Informazioni sul vaiolo delle scimmie

Attualmente vari Paesi europei stanno registrando casi di infezione da vaiolo delle scimmie. Anche in Svizzera sono stati confermati dei casi. La malattia si trasmette tramite contatti stretti e ha generalmente un decorso blando.

Cosa è necessario sapere?

Le informazioni principali si ottengono dall’Ufficio federale della sanità pubblica.
Il rischio di contrarre il vaiolo delle scimmie non è limitato alle persone sessualmente attive o agli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini. Chiunque abbia uno contatto fisico ravvicinato con una persona contagiosa può contrarre la malattia. Chiunque presenti sintomi indicativi di vaiolo delle scimmie deve evitare contatti fisici ravvicinati e rivolgersi immediatamente a personale medico qualificato per una consulenza.

Cosa devono sapere gli uomini omosessuali e coloro che hanno rapporti sessuali con altri uomini?

Tutte le informazioni sono state sintetizzate su Dr. Gay. Non c’è motivo di preoccuparsi. In presenza di sintomi, tuttavia, è opportuno consultare rapidamente un medico specialista.

La campagna informativa di Dr. Gay di Aiuto Aids Svizzero intende contribuire a prevenire ulteriori trasmissioni tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini.

Cosa devono tenere presente i professionisti della salute?

L’UFSP ha sintetizzato le informazioni principali.
Molti sintomi del vaiolo delle scimmie sono simili a quelli della sifilide o di una primoinfezione da HIV. È quindi possibile che persone ben informate e con questi sintomi si rechino presso un check point o un altro centro specializzato. In linea di massima, si può presumere che si tratti di un’infezione da HIV/IST nota. Gli specialisti devono prestare particolare attenzione in caso di eruzione cutanea.
Si consiglia di indossare mascherine e guanti quando si entra in contatto con i pazienti. Se si sospetta un caso di vaiolo delle scimmie, gli specialisti devono contattare immediatamente il centro di infettivologia o l’ufficio del medico cantonale.